Cenni storici
libro.gif

Anticamente era chiamata Venzaghello...
Il nome Venzaghello, potrebbe avere varie origini. Mancando però qualsiasi riferimento storico, fra le varie supposizioni, la più probabile è che risalga al nome di un’antica casata bustese, quella dei conti Venzaghi, che in passato sarebbero stati investiti del feudo.

Origine della località
L’origine della località si potrebbe collocare in epoca medioevale, tra l’VIII e il IX secolo, ed è probabilmente legata ad una strada che univa i centri “dell’Olona” e raggiungeva il Ticino.

Organizzazione religiosa
Dal punto di vista dell’organizzazione religiosa appartenne fin dall’inizio alla pieve di Dairago, una delle otto che costituivano la Burgaria (o Bulgaria) contado del milanese.
Nel XV secolo, Vanzaghello con Bienate, Magnago, Sant’Antonino, Tornavento e Tinella, costituiva un’unica grande parrocchia sotto il titolo generale di “parrocchia di san Michele di Magnago” che si estendeva per circa una decina di chilometri.
Nel 1551, per diversi motivi o forse anche solo per desiderio di indipendenza, i Vanzaghellesi decisero di costituirsi in parrocchia autonoma.

pergamena

Il borgo verso l’autonomia…
Nel corso dei secoli il borgo appartenne a diversi feudatari, tra cui i Maggi e i Della Croce e proprio alla morte dell’ultimo erede di questa casata, nel 1762 conquistò l’autonomia amministrativa diventando così comune indipendente.
Vanzaghello rimase comune autonomo per più di cento anni finchè il regno di Sardegna, divenuto ormai regno d’Italia, iniziò le riforme territoriali e amministrative e nel 1869 lo aggregò, come frazione, al comune di Magnago.
Passarono circa altri cento anni finchè agli inizi degli anni ’60, affiorarono le prime aspirazioni ad una nuova autonomia.
Nel 1964 si costituì un comitato di studio per un’indagine approfondita sulle effettive possibilità di conseguire l’autonomia amministrativa.
Si sensibilizzò la gente e col tempo si raccolsero le firme necessarie alla lunga e non semplice pratica.
Finalmente il 28 maggio 1968, il Presidente della Repubblica firmò il decreto:
Vanzaghello era di nuovo Comune autonomo.


ALLEGATI